Benvenuto!

Condizioni generali di vendita Virtus Corporate Food Service Equipment s.r.l

Condizioni generali di vendita

Virtus Corporate Food Service Equipment s.r.l


ART. 1 - DISPOSIZIONI GENERALI E DEFINIZIONI

1.1. Le presenti condizioni generali di vendita regolano i rapporti per la compravendita di tutti i beni che intercorrono tra il Fornitore ed i propri clienti.

1.2. I rapporti contrattuali sono regolati dalle presenti condizioni generali di vendita, per le questioni non espressamente risolte dalle stesse si farà riferimento alle norme e leggi italiane in vigore.

1.3. Qualsiasi modifica e/o deroga alle presenti condizioni, per la loro validità, deve essere stipulata o comunicata per iscritto.

1.4. Le presenti condizioni sostituiscono ed annullano ogni precedente accordo in essere fra le parti.

1.5. Ai fini delle presenti condizioni i termini successivamente indicati avranno il seguente significato

Offerta: indica il documento compilato dal Fornitore ed inviato al cliente, comprensivo dei suoi dati, del codice e descrizione del prodotto, validità dell'offerta, di eventuali servizi, aggiuntivi e/o beni accessori di cui è composta la fornitura, il corrispettivo, i tempi di consegna previsti e le modalità di pagamento. L’offerta dovrà essere necessariamente accettata dal Fornitore che provvederà ad inviare conferma dell’ordine ricevuto.

Conferma d’Ordine: è il documento trasmesso dal Fornitore al cliente per accettazione dell’ordine ricevuto con eventuali differenze in termini di quantità, prezzo, tempi di consegna, modalità di pagamento della fornitura rispetto all’offerta iniziale.

Allegati all'offerta /conferma d'ordine: indicano i documenti nel quale sono contemplati e disciplinati aspetti specifici della fornitura. Tale documento, se presente, costituisce insieme all'offerta / conferma d’ordine e condizioni generali di vendita parte integrante e sostanziale del contratto di fornitura.


ART. 2 – DEFINIZIONE DEL CONTRATTO DI FORNITURA

2.1. L'offerta del Fornitore non rappresenta vincolo o impegno per la stessa per quanto riguarda prezzo, quantità, termine e possibilità di consegna. Il contratto di acquisto definitivo fa fede la conferma d'ordine trasmesso dal Fornitore.

2.2. Qualora il cliente ad ordine confermato (Conferma d'ordine) richieda variazioni di quantità e/o qualità della fornitura, queste saranno soggette a ri-negoziazione e in caso di mancato accordo le parti rimarranno vincolate all’ordine originario.

2.3. Il materiale (documenti, schede tecniche, progetti, disegni, ecc.) eventualmente a corredo della fornitura e non oggetto specifico della fornitura stessa è di proprietà esclusiva del Fornitore e non potrà essere utilizzato dal cliente per fini diversi da quelli per i quali è stato fornito e non deve essere duplicato e reso accessibile a terzi senza preventiva autorizzazione scritta dal Fornitore.

2.4. Le parti convengono che, qualora i prodotti oggetto della fornitura presentino discordanze rispetto alle specifiche tecniche del costruttore del Fornitore non potrà essere ritenuta responsabile il Fornitore per dette discordanze. Tali discordanze dovranno essere documentate per iscritto e rese note a il Fornitore entro 8 (otto) giorni dalla scoperta delle discordanze lamentate; il Fornitore provvederà in tempi celeri a chiarire con il produttore della apparecchiatura e soddisfare il cliente per la funzionalità dei prodotti. La responsabilità del prodotto e attrezzature resta al produttore che deve fornire il prodotto a norma di legge vigenti della comunità europea. Il Fornitore non è responsabile dei danni provocati da incuria o imperizia nella manipolazione o malafede da parte dell'acquirente nonché se le merci stesse sono state sottoposte a riparazioni, cambiamenti o lavorazioni.


ART. 3 – CONSEGNA E SPEDIZIONE

3.1. La consegna della fornitura è da intendersi presso i magazzini del Fornitore o presso la destinazione indicata dal cliente nell'offerta e nella conferma d'ordine. Nelle spedizioni con corrieri convenzionati o altri trasportatori le merci ed i prodotti viaggiano con la responsabilità totalmente a carico del cliente e sono garantiti dalle condizioni generali del trasportatore. Il cliente è tenuto a verificare l'integrità dei colli e la corrispondenza con le quantità indicate nel documento di accompagnamento. I tempi medi di spedizione sono compresi, a seconda della distanza, fra 2 e 5 giorni lavorativi dal momento della consegna al corriere all’arrivo a destinazione. La consegna delle merci e prodotti è sempre da intendersi al piano strada. In caso di aree non servite dai corrieri convenzionati il Fornitore si riserva il diritto di non effettuare tali spedizioni.

3.2. Eventuali anomalie agli imballi (tagli, rotture, colli danneggiati o manomessi, mancanza di sigilli, ecc) o discordanze sulla quantità di colli, va segnalata tempestivamente al corriere con apposizione della dicitura “si accetta con riserva di verifica e controllo”. Eventuali anomalie sulle quantità o sul contenuto della spedizione devono essere segnalate esclusivamente per iscritto (fax, PEC o raccomandata Mail) al momento della ricezione della merce. Dopo tale termine il Fornitore non prenderà in esame alcuna segnalazione in merito.

3.3. I termini di consegna sono dati solo a titolo indicativo, in particolare, il Fornitore è esonerata dall'obbligo di consegna se per causa di forza maggiore o di altri eventi viene impedita la produzione o la fornitura, come per esempio a causa di mancanza delle materie prime, difficoltà di importazione, scioperi, periodi di ferie, insurrezioni, terremoti, etc. Di conseguenza il Fornitore accetta ogni ordinazione senza impegno della effettiva consegna e senza alcuna responsabilità per essa. Il Fornitore si riserva il diritto di poter effettuare consegne frazionate, in tempi diversi, anche in relazione ad uno stesso ordine.

3.4. Eventuali ritardi nella predisposizione delle spedizioni verranno segnalati tempestivamente al cliente, mentre non si considerano imputabili al Fornitore eventuali ritardi dovuti a cause di forza maggiore di cui al successivo art. 12 o ad inadempimenti e/o omissioni del cliente.

3.5. Se per qualsiasi ragione imputabile al Fornitore il ritardo nella consegna del Prodotto superi le 5 settimane e questo non sia stato comunicato per iscritto dal Fornitore al cliente, il cliente avrà la facoltà di risolvere immediatamente ex art. 1456 c.c. il contratto di fornitura relativamente all’ordine in questione.

3.6. Il cliente si impegna a prendere in consegna quanto prima il prodotto oggetto dell’ordine non appena reso disponibile nel luogo previsto, assumendosi le eventuali spese e indennità previste dal corriere relative a ritardi nella presa in consegna della fornitura. Qualora decorsi 7 gg. dall’avviso di merce pronta, il cliente non provveda al ritiro della stessa, decorreranno comunque i termini di pagamento previsti.

3.7. Il cliente rinuncia, altresì, alla possibilità di esigere dal Fornitore il pagamento di penali, rimborsi o risarcimenti vari, in caso di mancata o ritardata consegna del prodotto rispetto alle date indicate nella conferma d'ordine.

3.8. In deroga all'art. 1464 c.c. nel caso in cui i prodotti non fossero più agevolmente reperibili sul mercato il cliente rinuncia alla facoltà di recedere dal Contratto e resterà fermo l'obbligo del cliente di provvedere al pagamento nei termini previsti delle consegne per quanto già eseguito, senza diritto a riduzione di prezzo o risarcimento di danni di alcun genere.

3.9. I resi di merce che si rendessero eventualmente necessari, dovranno essere autorizzati dal Fornitore che li prenderà in carico solamente se saranno inviati in porto franco e alla condizione di poter verificare la validità o meno della contestazione prima di accettarli definitivamente. Anche in caso di accettazione del reclamo, la responsabilità della il Fornitore non eccede il valore della merce eventualmente fornita, escludendo qualsiasi altro tipo di risarcimento a qualsiasi titolo esso venga preteso. Le sostituzioni dei prodotti verranno accettati solo previo invio del modulo RMA (Autorizzazione al Rientro Merce) debitamente compilato e successiva autorizzazione dal Fornitore all’invio della merce oggetto del reso.


ART. 4 - RISERVA DI PROPRIETA'

4.1. La proprietà della fornitura rimane del Fornitore fino al pagamento integrale dei corrispettivi di cui al successivo articolo (D.LGS.231/02) e di quanto altro eventualmente dovuto. La riserva di proprietà trova applicazione anche fintantoché tutti i titoli di pagamento non siano andati a buon fine.

4.2. Il mancato pagamento da parte del cliente, in tutto o in parte, dei corrispettivi indicati nel contratto darà al Fornitore, ai sensi di legge, il diritto di tornare in possesso del prodotto oggetto della fornitura, fatto salvo ogni suo ulteriore diritto. La merce viene ceduta con espresso patto di riservato dominio a favore del Fornitore (D.LGS.231/02) (art. 1523 - 1526 c.c.). La merce venduta rimane pertanto di proprietà del Fornitore fino al pagamento completo del prezzo pattuito e delle spese accessorie. Il Fornitore potrà inoltre iscrivere la merce venduta negli appositi registri presso il competente Tribunale a spese dell'acquirente. Le parti contraenti concordano che il mancato pagamento oppure il ritardo anche di una sola rata, il pignoramento o il sequestro della merce in luogo diverso da quello di consegna della stessa, nonché l'inosservanza anche soltanto parziale degli accordi presi in questa sede vengono considerati come "fatti importanti" ai sensi dell'art. 1455 c.c. Nel caso di inadempimento delle condizioni contrattuali da parte dell'acquirente, il Fornitore può esigere l'immediato pagamento degli importi scoperti oppure la riscossione delle rate già pagate ed il sequestro della merce per via legale, ovunque la merce stessa si trovi. Restano le pretese secondo l'art. 1526 c.c. L'acquirente è pertanto semplicemente depositario della merce a lui venduta con patto di riservato dominio: conseguentemente sussiste anche il divieto di vendere la merce, di darla in prestito o pegno o usarla come garanzia presso terzi. Prima di un eventuale sequestro o pignoramento, il cliente/acquirente ha l'obbligo di informare l'ufficiale giudiziario sul fatto che esiste un riservato dominio, pattuito in questa sede nonché di informare entro 24 ore la ditta venditrice di questi fatti. Non è consentito all'acquirente di trasferire altrove la merce.


ART. 5 - CORRISPETTIVI

5.1. Quali controprestazioni per fornitura del prodotto e la fornitura di eventuali servizi e /o beni accessori, il cliente corrisponderà al Fornitore i corrispettivi indicati nell'offerta/conferma d'ordine del Fornitore. In caso di pagamenti anticipati o con formule che prevedono il pagamento di un acconto anticipato da intendersi a titolo confirmatorio, la fornitura potrà essere effettuata solo al ricevimento del pagamento concordato.

5.2. I corrispettivi non sono comprensivi dell’aliquota I.V.A. in vigore o prevista per il prodotto, di spese di assicurazione e trasporto, né di tutto quanto non espressamente previsto nel contratto.

5.3. I pagamenti devono essere effettuati, entro i termini previsti dalla fattura o dalla conferma d'ordine, senza detrazioni. Modalità o termini di pagamento diversi devono apparire sulla fattura e/o sulla conferma d'ordine per avere validità. Pagamenti effettuati con altre modalità oppure a persone sprovviste di apposita delega scritta all'incasso, non esonerano l'acquirente, che deve comunque prendere visione della procura di incasso. Ogni sconto di pagamento decade se lo stesso non avviene nei termini pattuiti; è ammessa una tolleranza di 5 giorni. Il tasso di interesse pattuito nelle condizioni di vendita per pagamenti dilazionati viene adeguato all'eventuale aumento del tasso per i depositi interbancari trimestrali. Trascorsi otto giorni dalla data di scadenza, è facoltà della ditta venditrice emettere tratta a vista. Sui pagamenti ritardati decorreranno dal giorno della scadenza gli interessi al tasso di mora previsto per i pagamenti commerciali pubblicato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, senza che il compratore possa, per questa ragione acquistare il diritto di ulteriori dilazioni. Le somme eventualmente collocate a tale riguardo vengono addebitate con una fattura il cui importo è immediatamente esigibile anche se per le forniture di merci è stato pattuito un termine di pagamento più lungo. Qualora sia stato pattuito un pagamento rateale, il ritardo di pagamento anche di una sola rata fa decadere il diritto all'eventuale sconto o agevolazione e rende immediatamente esigibile l'intera somma scoperta. In caso di modificazione della situazione patrimoniale o finanziaria dell'acquirente, il Fornitore si riserva, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di sospendere le forniture in atto o di esigere adeguate garanzie. Gli effetti bancari e le tratte autorizzate emesse dall'acquirente sono da considerare come un semplice pagamento rateale e non possono mai costituire una novazione. I pagamenti non possono per alcun motivo essere sospesi. Qualora esistano dei reclami è da applicare la clausola del"solve et repete" espressamente accettata dal cliente. Qualora il cliente non paghi una o più rate oppure non adempia anche soltanto parzialmente agli obblighi accettati, il Fornitore è autorizzato:

  • A considerare risolto "ipso iure" il contratto;
  • Ad esigere immediatamente il corrispettivo totale della merce venduta e
  • A richiedere il pagamento immediato delle totalità delle merci fornite il cui pagamento è ancora da effettuarsi.

5.4. Il Fornitore si riserva il diritto di rifiutarsi a dar seguito alla fornitura del prodotto se il cliente è stato in precedenza inadempiente, se risulta iscritto al registro dei protesti o soggetto a procedure esecutive, se presenta istanza o è assoggettato a procedure concorsuali nella sua qualità di titolare dell'impresa o legale rappresentante di società, per motivi organizzativi o per ogni altro motivo in per cui non sia conveniente concludere il contratto di fornitura.

5.5. In caso di ritardato pagamento a favore del Fornitore, senza necessità di preventiva messa in mora e senza pregiudizio di ogni altro diverso diritto, si applicheranno gli interessi di cui al D.L. n. 231/2002, determinati nella misura prevista dal suddetto Decreto Legislativo.

5.6. E' in ogni caso esclusa la possibilità per il cliente di sospendere, in tutto o in parte, il pagamento dei corrispettivi pattuiti in ragione di asseriti inadempimenti del Fornitore.


ART. 6 - PREZZI E LISTINI

6.1. Prezzi : La ditta venditrice applica i prezzi validi al momento della consegna della merce venduta, secondo il listino prezzi interno del quale l'acquirente può prendere visione in qualsiasi momento.


ART. 7 - CLAUSOLA DI RISERVATEZZA

7.1. Le parti si impegnano a mantenere riservate e confidenziali, e pertanto a non divulgare né trasmettere a terzi, anche successivamente alla cessazione dei rapporti in essere fra le parti, tutte le “Informazioni Riservate “di cui le stesse fossero venute a conoscenza nel corso dei propri rapporti. Per “Informazioni Riservate” si intendono tutte le informazioni di qualsivoglia natura riferite all’oggetto della collaborazione fra le parti, che, le stesse si scambieranno in qualsiasi forma (orale, scritta, elettronica, grafica, dimostrativa, a titolo di esempio,ecc).


ART. 8 - RESPONSABILITA'

8.1. Resta inteso tra le parti che il Fornitore, in qualità di distributore del prodotto, non si assume alcun obbligo oltre quelli previsti dalle presenti condizioni generali.

8.2. Salvo quanto inderogabilmente previsto dalla legge, il Fornitore non si assume alcuna responsabilità per i danni di qualsiasi natura sofferti dal cliente in relazione alle forniture oggetto delle presenti condizioni generali e meglio specificate nell’ordine o conferma d’ordine.

8.3. In ogni caso il Fornitore non è in alcun modo responsabile per danni dovuti a cause non dipendenti dalla sua volontà o comunque imputabili a negligenze nell’operato del cliente, per causa o in dipendenza di prodotti forniti, per vizi occulti, per difetto di costruzione o di materiale e/o mancanza dei requisiti essenziali e si ritiene indenne e manlevata da qualsiasi richiesta di indennizzo o risarcimento avanzata da terzi nei confronti del cliente e da qualunque conseguenza pregiudizievole dovesse derivarle.


ART. 9 - VARIAZIONI DELLE CONDIZIONI DI VENDITA

9.1. Il Fornitore si riserva il diritto di variare e modificare unilateralmente in qualsiasi momento le condizioni di vendita indicate nel presente documento, inviando semplice comunicazione al cliente.

9.2. Tali variazioni entreranno in vigore immediatamente.


ART.10 –GARANZIA

10.1. Il Fornitore garantisce all’Acquirente che, all’atto della consegna i propri Prodotti sono esenti da difetti di progettazione o di realizzazione, nonché da vizi inerenti il materiale utilizzato (“Garanzia”). Questa Garanzia non si applica, e pertanto il Fornitore non potrà in alcun modo essere ritenuto responsabile né a lui potranno essere addebitabili gli eventuali costi, qualora i Prodotti non siano utilizzati in normali condizioni di impiego e/o senza rispettare le istruzioni del Fornitore, gli eventuali difetti dei Prodotti derivino da una erronea installazione, manutenzione o riparazione oppure da modifiche fatte senza il consenso scritto del Fornitore, i difetti derivino dal normale deterioramento o dalla normale usura dei Prodotti.

10.2. Eventuali difetti apparenti o occulti concernente i prodotti oggetto della fornitura dovranno essere comunicati al Fornitore per iscritto entro 5 giorni dalla data di ricevimento degli stessi, indicando il vizio o l’anomalia riscontrata.

10.3. Il Fornitore potrà a suo insindacabile giudizio provvedere ad una delle seguenti soluzioni:

  • riparare il prodotto viziato, senza alcun onere addizionale per il cliente,
  • applicare una riduzione dei corrispettivi pagati,
  • rimborsare al cliente il prezzo pagato per i prodotti non conformi
  • sostituire il prodotto difettoso con analogo prodotto.

10.4. Sono esclusi dalla garanzia convenzionale i prodotti con un prezzo di vendita inferiore ad € 500,00 (valore imponibile). In questo caso l’acquirente è tenuto, in caso di malfunzionamento del prodotto, a spedire lo stesso presso la sede del Fornitore che lo riparerà e lo renderà all’acquirente a proprie spese.

10.5. È inteso che eventuali reclami o contestazioni non daranno diritto al cliente di sospendere o comunque ritardare i pagamenti dei prodotti oggetto di contestazione, né, tanto meno, di altre forniture.

10.6. Qualora la contestazione dei vizi, difetti o malfunzionamento non risulti riscontrabile o riscontrata, il Fornitore chiederà al cliente il risarcimento di tutte le spese peritali e accessorie eventualmente sostenute per la verifica dei prodotti in questione.

10.7. In ogni caso la garanzia non si applica qualora il prodotto fornito presenti manomissioni e /o modifiche non autorizzate, rimozione dei sigilli o dei numeri seriali presenti sul prodotto, o i vizi siano derivanti da un uso improprio, errata installazione e/o movimentazione, inosservanza delle istruzioni del costruttore da parte del cliente, di proprio personale e/o terzi dal cliente incaricati.

10.8. Tutte le parti componenti le apparecchiature, in generale definite materiale deperibile, godono di una garanzia di 12 mesi per la vendita effettuata a clienti rivenditori e pertanto, si procederà alla fornitura dei soli pezzi di ricambio. La spedizione dei pezzi di ricambio avverrà in porto assegnato. I pezzi sostituiti in garanzia saranno comunque fatturati e, al ricevimento dei pezzi difettosi, rispediti al Fornitore in porto franco che provvederà ad opportuna verifica del difetto riscontrato con emissione della nota di accredito. La garanzia è riferita esclusivamente ai componenti dei prodotti e/o delle attrezzature. La garanzia non contempla la sostituzione delle apparecchiature.

Qualora la vendita venga effettuata a clienti definiti utilizzatori finali (ristoranti, bar, tavole calde, etc.) la garanzia avrà validità 24 mesi dalla consegna alle modalità qui di seguito indicate:

  • garanzia totale per i primi 12 mesi ad esclusione del diritto di chiamata che verrà quindi richiesto al cliente;
  • garanzia solo ed esclusivamente sui pezzi di ricambio durante gli ulteriori 12 mesi.

10.9. Nel caso in cui la prestazione degli obblighi di garanzia preveda l'intervento al di fuori del territorio della Repubblica Italiana potranno essere applicati degli oneri aggiuntivi dipendenti dal subappalto dei servizi a manutentori locali.

10.10. All’acquirente, con esclusione di ogni responsabilità per il Fornitore, compete la totale responsabilità per il corretto ed appropriato impiego della macchina. Incombe, in particolare, sull’acquireVirtus Corporate Food Service Equipment s.r.l nte il controllo in ordine alla sua efficienza e, in particolare, la verifica della sussistenza di tutti i requisiti previsti dalla normativa antinfortunistica ed il rispetto di tutte le norme regolamentari e di legge applicabili per l’uso del macchinario.


ART. 11 - ONERI FISCALI

11.1. Qualsiasi tassa, imposta o contributo gravante sul contratto, sulla fornitura o sui corrispettivi, ad esclusione delle imposte dovute dal Fornitore, sarà a carico del cliente.


ART. 12 – FORZA MAGGIORE

12.1. Il Fornitore non sarà responsabile per il mancato adempimento di obblighi contrattuali qualora ciò sia dovuto ad un evento (a titolo esemplificativo, incendi, terremoti, catastrofi, scioperi, blocchi di produzione e ritardi nelle consegne da parte di fornitori) indipendente dal suo controllo o non prevedibile alla data di definizione del Contratto di Fornitura.

12.3. Qualora l'impedimento continui a sussistere per un periodo superiore a 30 giorni lavorativi, la parte impossibilitata ad adempiere potrà risolvere il contratto di fornitura mediante comunicazione scritta all'altra parte, la quale non potrà pretendere alcun risarcimento del danno o altra sanzione contrattuale.


ART. 13 – TUTELA DEI DATI PERSONALI

13.1. Ai sensi e per gli effetti dell'art. 13 del D. Lvo 196/03, il cliente dichiara di essere stato informato dei soggetti e delle modalità e finalità del trattamento dei propri dati e di essere a conoscenza dei diritti di cui all'art. 7 del D. Lvo 196/03.

13.2. Con la sottoscrizione della presente il cliente esprime inoltre il consenso, affinché la il Fornitore acquisisca, conservi, utilizzi e “tratti” i dati di cui entrerà in possesso a fini promozionali, commerciali, contabili e fiscali connessi ai rapporti commerciali e contrattuali fra le parti. Il cliente autorizza altresì il Fornitore a trasmettere i propri dati a terzi qualificati, per adempimenti di legge e /o contrattuali connessi e/o derivanti dal rapporto in essere con il Fornitore.

13.3. Ai sensi dell’art. 13, D. Lgs 30/06/2003 n. 196, in materia di tutela delle persone e di altri soggetti, il Fornitore, tratta i dati personali forniti da Clienti, Partner, Fornitori e Soggetti Terzi con la massima professionalità e nel pieno rispetto della riservatezza prevista dal Decreto Legge N. 196.

13.4. Il cliente ha il diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, la cancellazione, la trasformazione in via anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta, e senza motivo al trattamento che lo riguarda a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. I diritti in oggetto possono essere esercitati, anche per il tramite di un incaricato, mediante richiesta rivolta al Responsabile in carica della privacy presso il Fornitore inviando Raccomandata alla Sede Legale o a mezzo PEC.

13.5. Il trattamento potrà effettuarsi con o senza l’ausilio di mezzi elettronici e comunque automatizzati e comprenderà tutte le operazioni previste all’art. 4 comma 1, lettera a, D Lgs 30 giugno 2003 n. 196 e necessarie al trattamento in questione. Comunque il trattamento sarà effettuato nell’osservanza di tutte le misure idonee a garantire la sicurezza e la riservatezza.


ART. 14 – VARIE

14.1. Comunicazioni. Tutte le comunicazioni indicate nelle presenti condizioni generali si intendono per il Fornitore quelle pubblicate sui propri documenti e nei propri siti WEB, per il cliente a quelle fornite dallo stesso ovvero risultanti da certificati o visure pubblici. L’indirizzo di consegna merce è inteso quello della sede del cliente ovvero quello comunicato successivamente dallo stesso al Fornitore. Le comunicazioni si intendono effettuate per iscritto a mezzo Fax, PEC o Raccomandata r.r.

14.2. Cessione dei crediti. Il Fornitore si riserva il diritto di cedere a terzi i crediti derivanti dall’esercizio contrattuale; il cliente, ai sensi dell’art. 1407 c.c. presta fin d'ora il proprio consenso.

14.3. Validità parziale. Eventuali disposizioni ritenute non valide o inefficaci non invalideranno la restante parte del contratto.

14.4. Foro competente. Tutte le controversie relative ai rapporti fra le parti, o in merito al contratto di fornitura, incluse quelle relative alla sua esecuzione e /o interpretazione e/o applicazione, anche originate da azioni extracontrattuali, saranno di competenza del Foro di Pavia, anche nel caso di connessione di causa o chiamata di terzi in garanzia.

14.5 Le immagini presenti sui nostri siti di e-commerce sono solo a scopo informativo e potrebbero non corrispondere esattamente alle caratteristiche dei prodotti


ART. 15. FORO COMPETENTE

15.1. Foro esclusivamente competente per qualsiasi controversia è Pavia e il diritto esclusivamente applicabile è quello italiano.